UNICREDIT
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Influenza A: prevenzione omeopatica per proteggere i bambini

Parla Gaetano Miccichè, autore del libro "Pediatria e omeopatia". Altri consigli utili.

Barbara Cataldi
Il freddo aumenta, l’influenza avanza e i bambini sono i primi ad ammalarsi. Gli ambulatori pediatrici sono pieni e nei week end (quando gli studi dei medici di famiglia sono chiusi) i Pronto soccorso vengono presi d’assalto. Intanto i vaccini contro l’influenza A tardano ad arrivare e, peggio ancora, i dubbi sulla sicurezza del farmaco per i più piccini sono ancora molti. Che fare, allora, con i propri figli? La risposta arriva dal pediatra omeopata. Curate l’alimentazione e aiutateli con echinacea e vaccino omeopatico.
“L’efficacia dei farmaci omeopatici si basa sull’osservazione clinica di ormai 50 anni”, spiega al salvagente.it il dottor Gaetano Miccichè, pediatra di famiglia nella Usl Roma F e autore del libro Omeopatia e Pediatria (Tecniche Nuove, 303 pag, 29 euro).
E assicura: “Naturalmente, l’allopatia ci deve sempre proteggere dalle malattie più gravi, ma 20 anni di esperienza mi hanno insegnato che con l’omeopatia si possono curare con successo molte patologie dei bambini, come insonnia, stitichezza, bronchiti, tonsilliti, mal di gola, tosse”.
 
 
Dottor Micciché, con l’omeopatia come si previene l’influenza A?
Si previene come qualunque altra sindrome influenzale. Innanzitutto, si può aiutare il bambino con un fitoterapico come lo sciroppo di echinacea da somministrare ogni giorno a digiuno. Infatti, è stato dimostrato scientificamente che l’echinacea aumenta il numero di anticorpi e linfociti nell’organismo contro batteri e virus.
 
 
 
Esiste un vaccino omeopatico?
Sì. Ne esistono diversi, prodotti da aziende differenti e venduti con vari nomi in farmacia. In realtà si assomigliano tutti. Il più noto è l’oscillococcinum, ma il principio con cui vengono realizzati è lo stesso.  
Il vaccino omeopatico per i bambini consiste in un tubetto di granuli da assumere una volta alla settimana, a digiuno. In questo caso non ci sono spiegazioni scientifiche simili a quelle utilizzate dalla medicina allopatica. Ma si è osservato a livello clinico che i piccoli pazienti che assumono con continuità questo farmaco si ammalano meno degli altri dal momento che le loro difese immunitarie sono più alte.
 
 
La cura va bene anche per i neonati?
Certo. Sia l’echinacea che il vaccino omeopatico si possono sciogliere nell’acqua. Naturalmente le dosi saranno diverse. Per i neonati la dose del vaccino è mezzo tubetto monodose a settimana e i granuli si possono sciogliere nell’acqua. Ci tengo a precisare, però, che - prima di cominciare qualunque cura - bisogna sempre consultare il pediatra.
 
 
Se dovesse comparire la febbre cosa devono fare i genitori?
La prima cosa da fare è sempre chiamare il medico. Naturalmente l’antipiretico tradizionale, il paracetamolo, resta il rimedio da utilizzare immediatamente in caso di febbre alta. Se poi si vuole utilizzare una cura omeopatica, si può intensificare l’uso del vaccino, somministrando al piccolo il tubicino monodose ogni 8 ore.
 
Gli integratori a base di complessi vitaminici possono essere utili?
Più che assumere complessi vitaminici, bisogna mangiare bene e curare molto l’alimentazione. Le vitamine si assorbono di più se si assumono attraverso i cibi.
 
 
Quali alimenti bisogna privilegiare?
Naturalmente d’inverno la dieta deve essere più calorica, ma deve essere equilibrata e contenere tutti gli elementi: carboidrati, pochi grassi e proteine, e soprattutto vitamine e sali minerali attraverso frutta e verdure. In questo periodo per i più piccoli è molto importante mangiare tante arance o bere tante spremute.
 
E se i piccoli si ammalano?
Nel caso di malattia, la dieta deve contenere molti liquidi ed essere più zuccherina. I cibi devono essere semplici e cotti in modo leggero.





Ultimo aggiornamento: 05/11/09

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO