COOP
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Marmellate senza zucchero, il ''sugar free'' totale non esiste

Un test molto utile sul Salvagente in edicola (in vendita anche on line).

Barbara Liverzani
Spalmare marmellata senza ingrassare. La promessa è allettante e dagli scaffali dei punti vendita tenta sia chi vuole stare attento alla linea sia chi, per ragioni di salute, deve tenere a bada la glicemia.
Le confetture senza zucchero rappresentano ormai una grossa parte dell’offerta e non solo le marche leader di mercato, ma anche i prodotti “firmati” della grande distribuzione propongono  le marmellate “sugar free”.
Peccato che avere le due cose insieme sia praticamente impossibile e il messaggio veicolato da questi prodotti sia di fatto ingannevole, come ha scoperto il settimanale il Salvagente in un test pubblicato sul numero in edicola (e in vendita anche in Pdf, a un euro, nel nostro negozio on line).
 

Ma la marmellata senza zucchero non esiste

La verità è che la marmellata senza zucchero non esiste e che, almeno in questo caso, conciliare la voglia di dolcezza con la linea è pura utopia.
Molte e semplici le ragioni dell’inganno.
A cominciare da questa: nelle marmellate lo zucchero è un ingrediente necessario.
Se non ci fosse, la marmellata o confettura resterebbe semplicemente un succo di frutta.
Giovanni La Rosa, tecnologo alimentare, spiega perché al settimanale dei consumatori: “Senza una quantità minima di zuccheri, normalmente intorno al 40%, la pectina, che è l’agente gelificante utilizzato nelle confetture, difficilmente agisce. E senza gelificazione, quella specie di maglia che rende denso il preparato, non solo la marmellata non sarebbe più marmellata ma anche la conservazione sarebbe minore e non si potrebbero avere quelle scadenze così prolungate”.

Lo zucchero? Basta leggere le etichette per trovarlo


Dunque lo zucchero c’è, e basta andare a leggere le etichette per trovarlo, in quantità anche considerevole.
Il Salvagente lo ha fatto verificando gli ingredienti e i valori nutrizionali di 12 confetture “senza zucchero aggiunto”, di gusti diversi, acquistate nei supermercati, nei discount e in farmacia. Il responso è sempre lo stesso: generalmente lo zucchero è pari al 38-40% del totale (proprio quella quantità che il tecnologo giudica necessaria per fare la marmellata), con punte del 50%, come accade nel caso della marmellata alle arance “con solo zucchero di frutta e di agave” Casa Giulia. Valori che, in ogni caso, non sono molto distanti da quelli delle marmellate “normali” che oscillano tra il 46% e il 63%.
E allora la promessa “senza zucchero aggiunto” che cosa significa? Semplicemente che non è stato introdotto saccarosio. Peccato che quest’ultimo non esaurisca affatto la gamma degli zuccheri esistenti.
 

Il saccarosio sostituito con succo d'uva o di mela

Dice La Rosa: “Non potendo rinunciare del tutto allo zucchero, queste marmellate sostituiscono il saccarosio con il succo d’uva e il succo di mela concentrato, ossia di fatto fruttosio. Si tratta dunque, di zucchero a tutti gli effetti che ha esattamente la stessa funzione del saccarosio”. Ecco spiegato l’arcano e l’inganno per quei consumatori che credono di acquistare una marmellata sugar free.
“Si tratta di prodotti che giocano con le parole e ai quali bisogna prestare molta attenzione”, ammonisce il professore Pier Luigi Rossi, medico specializzato in  Scienza dell’alimentazione. “Sono altamente sconsigliati per chi è diabetico o per chi soffre di una sindrome metabolica e deve controllare il peso. E non vanno bene per chi segue un regime dietetico. Il problema non è nel saccarosio in sé ma in tutti quegli elementi, come il fruttosio o il glucosio, che alterano la glicemia. Ciò, infatti, aumenta la produzione di insulina che è all’origine del senso di fame e favorisce l’accumulo di grassi”.

Una quantità di calorie "esagerata"


Del resto, anche senza conoscere i meccanismi fisiologici, la quantità di calorie presenti nelle marmellate “senza zuccheri aggiunti” dovrebbe mettere sul “chi va là” chi ha problemi di linea. I valori trovati nel nostro campione si aggirano, in media, intorno alle 160 calorie per 100 grammi, con punte verso l’alto di 200 calorie (ancora una volta la marmellata Casa Giulia) e verso il basso: Hero diet ne ha solo 68.
È questo, in effetti, l’unico prodotto che mantiene le promesse.
 

Anche i polialcoli non tranquillizzano

In questo caso non ci sono né succo d’uva né succo di mela, ma per dolcificare sono usati solo edulcoranti, in particolare polialcoli. Sono sostanze prive di zuccheri e con poche calorie, ma non prive di difetti.
A certe quantità, ma la dose massima consentita non è definita, possono provocare disturbi intestinali.
Ecco perché per i produttori c’è l’obbligo, quando la concentrazione supera il 10%, di avvertire il consumatore del possibile effetto lassativo. Informa correttamente la marmellata Hero che ha una concentrazione di polialcoli pari al 18,2%. In questo caso la linea è al sicuro, ma il consiglio è comunque di non eccedere nell’uso.
 
 

LE ETICHETTE ANALIZZATE UNA PER UNA

 
Il Salvagente ha messo a confronto 12 confetture differenti, accomunati dalla dicitura senza zuccheri. Scoprendo che in gran parte dei casi, non solo lo zucchero totale è decisamente abbondante (almeno il 40% degli ingredienti), ma che vengono aggiunti (nonostante quanto indicato in etichetta) zuccheri della frutta, sotto forma di concentrati. Tutti i giudizi sulle singole confetture sono pubblicati sul numero del settimanal in edicola da domani.



Zuegg           
Albicocche
Dichiara: “Senza zucchero aggiunto”
Prezzo: 0,99 euro per 100 grammi
Ingredienti: albicocche, succo d’uva concentrato, pectina di frutta
Frutta: 55%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 40%
                Calorie: 162 per 100 grammi




Casa Giulia            
Arance
Dichiara: “Contiene solo zuccheri della frutta e agave”
Prezzo: 0,85 euro per 100 grammi
Ingredienti: arance, succo d’uva concentrato, succo d’agave, pectina, acido citrico, acido ascorbico.
Frutta: 34%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 49,93%
                Calorie: 201 per 100 grammi



Conad Frutta&Frutta                   
Albicocche
Dichiara: “Contiene solo zuccheri della frutta”
Prezzo: 0,72 euro per 100 grammi
Ingredienti: albicocche, succo di mela concentrato, pectina, acido citrico.
Frutta: 60%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 40%
                Calorie 160 per 100 grammi


Vivi Verde Coop                   
Fragole
Dichiara: “Solo zuccheri della frutta”
Prezzo: 0,68 euro per 100 grammi
Ingredienti: fragole, zucchero d’uva, pectina, acido citrico.
Frutta: 60%
Valori nutrizionali:     Zucchero 40%
                Calorie 166 per 100 grammi





Fiordifrutta Rigoni di Asiago           
Fragole
Dichiara: “Senza zuccheri aggiunti”
Prezzo: 1,01 euro per 100 grammi
Ingredienti: fragole, succo di mela, pectina
Frutta: 60%
Valori nutrizionali:     Zucchero 38,5%
                Calorie 155 per 100 grammi






Le conserve della nonna
         
Pesca
Dichiara: Leggeri di natura. “Solo zuccheri della frutta” (in piccolo)
Prezzo: 0,94 euro per 100 grammi
Ingredienti: pesca, zuccheri di frutta, pectina, acido citrico
Frutta: 56%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 40%
                Calorie 156 per 100 grammi



Giusto-Giuliani senza zucchero
           
Fragole
Dichiara: Senza zucchero. “Solo frutta”
Prezzo: 1,47 euro per 100 grammi
Ingredienti: fragole, succo d’uva concentrato, pectina di frutta, succo di limone.
Frutta: non dichiarata
Valori nutrizionali:     Zuccheri 38%
                Calorie 145 per 100 grammi




Probios     
      
Fragola
Dichiara: “Senza zuccheri aggiunti”
Prezzo: 1,61 euro per 100 grammi
Ingredienti: fragole, succo di mela concentrato, pectina di
agrumi.
Frutta: 60%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 38,5%
                Calorie 155 per 100 grammi




Sarchio           
Fragole
Dichiara: “Solo zuccheri della frutta”
Prezzo: 1,86 euro per 100 grammi
Ingredienti: fragole, succo d’uva concentrato, pectina, succo di limone, acido citrico.
Frutta: 75%
Valori nutrizionali:    Zuccheri 43%
                Calorie 167



Oasi bio           
Delizia di frutti di bosco
Dichiara: “Composta di frutta dolcificata con concentrato di mela”
Prezzo: 1,20 euro per 100 grammi
Ingredienti: frutti di bosco, concentrato di mela, pectina.
Frutta: 70%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 22,3% - Carboidrati 29%
                Calorie 122 per 100 grammi



Boschetti           
Fragole
Dichiara: “Contiene solo zuccheri naturali della frutta”. “Dalla frutta il 100%”
Prezzo:  0,59 euro per 100 grammi
Ingredienti: fragole, succo d’uva, succo di sambuco, pectina, acido citrico, acido L-ascorbico
Frutta: 70%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 40%
                Calorie 165 per 100 grammi





Hero diet
Fragola           
Dichiara: “Senza zucchero aggiunto”
Prezzo: 1,07 europer 100 grammi
Ingredienti: fragole, edulcorante (isomalto), acqua, succo concentrato di aronia, succo concentrato di acerola, pectina, acido citrico, edulcoranti (ciclammato di sodio, saccarinato di sodio), conservante.
Frutta: 60%
Valori nutrizionali:     Zuccheri 3,7%
                Calorie 68 per 100 grammi



Ultimo aggiornamento: 06/10/10

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO