CHEBANCA
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Carta bloccata

Un amico non riesce a pagare una multa via internet. Due giorni di panico, poi scopre che la banca gli ha bloccato la carta di credito. Senza una ragione. E senza neanche degnarsi di avvertirlo. (23/12-6/1/2011) Luisella Costamagna

Voglio raccontarvi un curioso episodio capitato a un amico. Un giorno riceve a casa una multa vecchia di un anno, che si era dimenticato di pagare. Decide di non perdere altro tempo e va su internet per pagarla comodamente da casa. Lo ha fatto altre volte, tramite il sito di Poste, con la sua carta di credito. Compila il bollettino, inserisce i dati della carta, attende il tempo necessario. Il sito gli chiede la password per la sicurezza on-line, per miracolo se la ricorda, la digita e il sito conferma: password corretta. Pagamento effettuato?
Neanche per sogno. Sullo schermo del pc appare una scritta inquietante: “Autorizzazione negata”.
Non è bello. Ti fa sentire in castigo. Il mio amico immediatamente pensa a un inghippo informatico, una congestione della rete, cose così. E riprova. Niente da fare, il castigo è ancora lì. Autorizzazione negata. Decide di non riprovare, si mette il cuore in  pace e rimanda al giorno seguente. Di buon mattino torna al computer. Questa volta non osa pagare la multa. Prova ad andare su eBay e a comprare un regalo per un compleanno. Un normalissimo videogame, costo poche decine di euro. Trova l’asta, la vince. Passa al pagamento. “La transazione non è stata eseguita”. Ancora. Ma come non è stata eseguita? Comincia a sentirsi a metà strada tra Fantozzi e un bambino sbattuto dietro la lavagna. E a preoccuparsi. Perché, è inutile nasconderselo, queste risposte impersonali creano sempre disagio, anche se uno ha la coscienza più linda e specchiata del creato.
Lui, puntualmente, comincia a ipotizzare scenari foschi. Forse ha il conto in rosso. Va sul sito della sua banca e constata che, per fortuna, non è così. Non è il conto di Bill Gates, ma è sopra lo zero. Allora perché qualcuno “non lo autorizza”? Perché gli hanno bloccato la carta? Prova a chiamare il servizio clienti della carta di credito. Attesa (non lunghissima, a quanto pare), poi risponde una signorina gentile. “La sua carta è a posto, signore”, dice. E lui: “Allora perché non funziona?”. “Chissà, io non glielo so dire. Però posso passarle l’ufficio competente”. Che sarebbe - il mio amico non ricorda bene la definizione - l’ufficio blocchi, o l’ufficio frodi, qualcosa del genere. Al che, mentre parte la musichetta di attesa, parte anche l’ansia: “Mi hanno clonato la carta, e hanno fatto spese pazze. Ora come ne esco?”. Ovviamente, dopo un paio di minuti di attesa, cade la linea.
Rifà il numero, parla con un’altra signorina, sempre gentile, chiede dell’ufficio competente e ricomincia ad aspettare. Finalmente parla con un incaricato. Il quale spiega che è tutto a posto. “Abbiamo bloccato la carta per precauzione”. “Precauzione... In che senso?”. “Lei ha provato a fare un’operazione on line”. “Sì. E infatti ho inserito la mia password per gli acquisti on line”. “Eh. Ma noi volevamo essere sicuri che fosse proprio lei. Era proprio lei?”. “Sì. Ero proprio io”. “Bene. Allora la sua carta è sbloccata”. “Ottimo. Ma non ho capito perché l’avevate bloccata”. “È tutto a posto, signore. Arrivederci”. Fine della conversazione.
Il mio amico prova la carta, che in effetti funziona. Ma ancora non ha capito perché sia stata bloccata per due giorni, e nessuno lo abbia avvertito, neanche con un sms o una e-mail. E - soprattutto - ancora non ha capito cosa sarebbe successo se (poniamo) fosse stato all’estero e avesse dovuto, con quella carta, pagare il conto dell’albergo e prendere un aereo mezz’ora dopo. Forse non lo capirà mai. Misteri del nostro sistema bancario.




Ultimo aggiornamento: 11/02/11

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

RUBRICHE

SALVA CASA - di Patrizia Pallara LE PAROLE - di Luisella Costamagna IO, UN CITTADINO - di Antonio Lubrano ANIMALI E ANIMALI - di Licia Colò COSE DA PAZZI! - di Barbara Cataldi SALVAGIOVANI - di Delia Vaccarello RECENSIONI - di Rocco di Blasi PIT STOP - di Eugenio Manca