CONAD
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Angelo Rizzoli rischia di morire in carcere

Negati i domiciliari all'ex editore, molto malato. L'appello di Ilaria Cucchi.

Ilaria Cucchi lancia un appello per salvare Angelo Rizzoli. La sorella di Stefano, morto in circostanze assai poco chiare durante la detenzione all’Ospedale Pertini di Roma, si è spinta fino a scrivere una lettera al Foglio, per denunciare le condizioni in cui si trova l’ex editore, a cui, nonostante la malattia, lo scorso 8 marzo sono stati negati gli arresti domiciliari.
Per Ilòaria c’è più di un nesso tra la storia di Stefano e quella del componente di una delle famiglie più influenti di Italia, accusato di bancarotta fraudolenta.

Dalla sclerosi al diabete

Rizzoli, presunto responsabile di un crac da 30 milioni di euro, è affetto da sclerosi multipla con emiparesi spastica emisoma destro, che lo obbliga a deambulare solo con l’uso del bastone”, ha spiegato il deputato Pd Luigi Manconi a Radio radicale, che per primo ha denunciato il suo caso.
“A ciò si aggiunge un’ipertensione arteriosa, complicata da insufficienza renale cronica, prossima alla dialisi; un diabete mellito, una pregressa angina instabile con malattia dei tre vasi coronarici, una pregressa mielopatia compressiva del midollo cervicale che aggrava l’emiparesi del braccio destro”.

Rifiuta il cibo

Un elenco di patologie quasi infinito, a cui si aggiungono le inumane condizioni a cui la vita detentiva lo costringe. Manconi ha raccontato che Rizzoli è stato privato del bastone, e non può camminare, e, poiché non è autonomo, gli “ è impedito l’uso della doccia”. Stremato, “tende a rifiutare il cibo”.

L'intervento della Cucchi

Contro di lui, che ha 70 anni, i pm hanno chiesto la carcerazione preventiva. Ma la Cucchi ha risollevato la questione: “Lancio un appello che spero non cada nel vuoto”, ha scritto due giorni fa sul quotidiano di Giuliano Ferrara. “Fermiamo questo scempio. I diritti dell'essere umano devono venire prima di tutto, anche quando l'essere umano è un detenuto”.




Ultimo aggiornamento: 18/03/13

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO