CONAD
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

L'Enel: per 4 mesi niente bollette della luce e Sky sospende i pagamenti

L'azienda ha deciso anche di farsi carico della spesa senza gravare sullo Stato.

Bollette di luce sospese per 4 e non più per 2 mesi, come si era pensato di fare in un primo momento. L'Enel ha deciso di esonerare oltre centomila persone colpite dal terremoto dal pagamento dell'energia elettrice e di farsi carico anche delle relativi spese col proprio bilancio, senza gravare su quello, già in difficoltà, deello Stato.
In serata anche Sky ha deciso di sospendere il pagamento della tv nelle zone terremotate. Anche questa è una dimostrazione di sensibilità, visto che quella di Murdoch è un'impresa privata.
Le bollette del gas sono state, invece, sospese per 2 mesi, contributi economici per le popolazioni sfollate, rate dei mutui congelate. E da oggi, grazie a un accordo tra ministero dello Sviluppo economico e le più importanti compagnie telefoniche, anche le bollette telefoniche (sia fisse che mobili) vengono fermate. E poi, sempre grazie a quest'intesa, sono in arrivo cellulari e 20mila euro di ricariche telefoniche a favore degli sfollati abruzzesi. Per il resto, dopo Pasqua, sarà varato anche il decreto legge a favore delle popolazioni terremotate. L'ordinanza approvata ieri dal Consiglio dei ministri, infatti, è stata solo un anticipo delle misure previste.
 

L'accordo con le compagnie telefoniche

Oltre alle bollette di luce e gas, per il prossimo bimestre sono state sospese anche le bollette telefoniche. Sia dei numeri fissi, sia di quelli mobile. La misura è frutto di un accordo sottoscritto dal ministero dello Sviluppo economico con le principali compagnie telefoniche. Oltre alla sospensione delle bollette, il tavolo ha anche promosso l’attivazione del numero unico da rete fissa e mobile - 48580 - con il quale è possibile devolvere 1 euro da telefono mobile e 2 euro da rete fissa a sostegno dell’attività della Protezione civile in Abruzzo (si tratta di donazioni che non sono soggette ad alcuna trattenuta né imposizione fiscale). Non solo: l'accordo prevede anche che le compagnie telefoniche mettano a disposizione della Protezione civile un pacchetto di 30 mila ricariche da distribuire ai cittadini sfollati de L’Aquila e provincia, di importo pari a 20 euro, oltre a cellulari e totem adibiti alla ricarica di apparecchiature elettriche.
 

400 euro al mese per gli sfollati

Si parte da un contributo per l'autonoma sistemazione alle famiglie sfollate, fino ad un massimo di 400 euro mensili, con un contributo aggiuntivo di ulteriori 100 euro a favore dei soggetti di età superiore a 65 anni o diversamente abili.

Per 2 mesi stop a bollette luce e gas

L'ordinanza prevede anche la sospensione per due mesi dei termini di pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica e di gas. Ma specifica anche che allo scadere di tale periodo potranno essere seguite nuove sospensioni d'intesa tra l'Autorità per l'energia elettrica e il Commissario delegato.

Mutui rinegoziabili e al via c/c solidali

Il terremoto è definito come causa di forza maggiore che autorizza la rinegoziazione dei mutui contratti dalla popolazione con gli istituti di credito.
E vengono istituiti specifici conti correnti bancari sui quali versare i proventi delle donazioni ed atti di liberalità da impiegare a favore delle popolazioni colpite, da parte del Dipartimento della protezione civile.
A tal fine il presidente dell’Abi, Corrado Faissola, ha rivolto un appello a tutte le banche a sospendere il pagamento delle rate dei mutui per coloro che risiedono nelle zone colpite dal sisma. Faissola ha anche invitato gli istituti di credito a non applicare ai propri clienti, che vivono o lavorano nell’area del terremoto, le eventuali commissioni per i prelievi fatti agli sportelli bancomat di altre banche. Faissola ha inoltre rinnovato l’invito a valutare l’opportunità di non riscuotere le commissioni su bonifici, o su altre forme di trasferimento di fondi a favore di iniziative a sostegno dei cittadini colpiti dal sisma, già rivolto a tutte le banche nei giorni scorsi.

Pagamenti sospesi ai lavoratori autonomi

A seguito di una prima elencazione dei Comuni che hanno subito gravi danneggiamenti, viene prevista per i lavoratori autonomi (anche del settore agricolo) la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali, assistenziali e del premio delle assicurazioni contro infortuni e malattie professionali (fino al 31 dicembre del 2009). Sarà inoltre garantita la continuità dei pagamenti da parte degli enti previdenziali e assistenziali.

800 euro per 3 mesi per commercianti e agricoltori

È prevista una indennità di 800 euro mensili, per un periodo massimo di 3 mesi, a tutti i titolari di rapporti di attività commerciali, produttive, agricole, artigianali e simili, che hanno dovuto sospendere l'attività per gli eventi sismici. L'indennità è erogata dall'Inps a richiesta degli interessati, accompagnata da apposita autocertificazione e non concorre alla formazione del reddito.

100 milioni stanziati per l'emergenza

Il ministro dell'Economia e delle finanze, Giulio Tremonti, ha annunciato che con variazione di bilancio è stata aumentata di 70 milioni di euro la somma stanziata per l'emergenza, che giunge così a 100 milioni di euro.

I militari antisciacalli

Si è deciso l'impiego di 700 militari delle Forze armate per concorso in servizi di pattugliamento e antisciacallaggio svolti nelle zone terremotate dalle Forze di polizia.

Nessuna formalità per i medicinali

I farmacisti pubblici e privati potranno consegnare i medicinali a carico del Servizio sanitario nazionale, senza alcuna formalità, per garantire i trattamenti di patologie acute e croniche in atto al momento del terremoto.


Nessuno stop all'anno scolastico


L'ordinanza contiene una disposizione che serve ad assicurare l'attività didattica nei territori sinistrati, con un rinvio ad un decreto del ministro dell'Istruzione che potrà adattare l'offerta formativa alle necessità degli alunni e del personale docente e non docente, sfollati. Si prevede, in ogni caso, la salvaguardia dell'anno scolastico in corso ai fini del rilascio dei titoli di studio, ancorché lo stesso possa avere durata inferiore.



Ultimo aggiornamento: 10/04/09

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO