UNICREDIT
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Legge di stabilità: più tasse sul Tfr

Le novità: salta la clausola di salvaguardia per le liquidazioni e si stabilizza l'aumento delle accise sulla benzina. Alfano: no all'aumento dell'Iva.

Angelo Angeli
Salta la clausola di salvaguardia sulla tassazione del Tfr, che in pratica significa più tasse sulle liquidazioni; aumenta dal 4 al 10% l’Iva sull’assistenza socio sanitaria offerta dalle cooperative sociali; diminuisce il tetto della deducibilità fiscale per le auto aziendali; e si stabilizza l’aumento “temporaneo” delle accise sulla benzina e il gasolio. Sono alcune delle novità che emergono dalle ultime bozze della legge di Stabilità approvata dal governo (ma non ancora pubblicata in Gazzetta).
Novità non certo positive per i contribuenti già colpiti dal taglio di deduzioni e detrazioni che vale già sui redditi 2012.
Ed è proprio la retroattività delle detrazioni, insieme all'aumento dell'Iva che "mangia quel poco di beneficio che deriva dal calo dell'Irpef" a non piacere ad Angelino Alfano.
"Ci sono molte cose da rivedere": sice il segretario del Pdl.

Più tasse per le liquidazioni


Tra le novità che più “spiccano” nel provvedimento è l’abolizione della clausola di salvaguardia sulla tassazione del trattamento di fine rapporto introdotta nel 2007.
Dopo la riforma dell’Irpef del 2006, che in alcuni casi avrebbe aggravato l’imposizione fiscale sulle liquidazioni, il governo concesse ai contribuenti la facoltà di optare per la tassazione secondo le vecchie regole, cioè in base alle aliquote e agli scaglioni precedenti, se questo regime fosse stato per loro più favorevole.
Dal 2013 non ci sarà più questa possibilità, il che comporterà, in alcuni casi, un aggravio fiscale.

Accise stabilizzate


Un’altra novità che non sarà particolarmente gradita dai consumatori sarà la stabilizzazione delle accise sulla benzina e sul gasolio che nel corso degli anni sono aumentate in via temporanea per finanziare le emergenze, compresa quella del terremoto in Abruzzo. L’Agenzia delle Dogane aveva deciso nell’agosto scorso un aumento dell’accisa di 4,2 euro per mille litri (servivano a recuperare nel corso del 2012 altri 65 milioni di euro), portandole a 728,40 euro ogni mille litri per la benzina e a 671,40 euro ogni mille litri per il gasolio.
Gli aumenti dovevano valere solo per il 2012, ma il comma 13 dell’articolo 12 della legge di Stabilità li renderà strutturali. “A decorrere dal primo gennaio 2013 - si legge nella bozza  - restano confermate le aliquote di accisa stabilite”.




Ultimo aggiornamento: 13/10/12

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO