CONAD
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Maturità: ''I giovani e la crisi'' il tema più scelto

I dati del Miur: "Avevo vent'anni" al II posto, bene Montale. Tra i meno apprezzati "Il labirinto". Gli svolgimenti sui siti specializzati. Tutte le tracce.

Martina Aureli
Esami di maturità al via con la prima prova, il tema di italiano, affrontata questa mattina da mezzo milione di studenti.
Smentite tutte le previsioni della vigilia: niente Pascoli nè Calvino, dati in pole position nel tototracce, così come assenti sono stati l'Euro (ricorrevano i 10 anni dall'introduzione della moneta unica) e la marcia su Roma.

A sorpresa questa mattina esce per gli autori Eugenio Montale (già protagonista nel 2004 e nel 2008) con il testo "Ammazzare il tempo" (da Auto da fé. Cronache in due tempi); i giovani e la crisi per l'ambito socio-economico, il "labirinto" per quello artistico-letterario; la responsabilità della tecnologia e della scienza per l'ambito tecnico-scientifico.
Per il tema storico è la volta dello sterminio degli ebrei da parte dei nazisti, con un testo di Hannah Arendt. Mentre per il tema di ordine generale, una sorta di jolly per gli studenti, "i problemi, le sfide e sogni delle nuove generazioni", partendo da una frase di Paul Nizan: "Avevo vent’anni. Non permetterò a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita".
Qui il documento ufficiale (in Pdf) con tutte le tracce pubblicato dal ministero dell'Istruzione.

Il Miur: "I giovani e la crisi" il tema più scelto

Secondo i dati che emergono da un campione significativo di scuole (419), il ministero dell'Istruzione comunica che la traccia dal titolo “I giovani e la crisi” è stato il tema più scelto, svolto dal 41,2% degli studenti.
Al secondo posto il tema di ordine generale “Avevo vent’anni. Non permetterò a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita”, svolto dal 21,9% dei candidati. Mentre al terzo “La responsabilità della scienza e della tecnologia” scelta dal 14,5% degli studenti.

Bene Montale e la Shoah, bocciato "Il labirino"

Segue l’analisi del testo dell’autore Eugenio Montale con il brano “Ammazzare il tempo” (9%), mentre il tema storico sullo sterminio degli ebrei è stato svolto dal 4,7%. Un risultato - sottolinea il ministero - particolarmente rilevante dato che la media negli ultimi anni di coloro che sceglievano questo ambito si attestava attorno all’1%.
Tra i meno apprezzati, invece, il tema di ambito artistico-letterario “Il labirinto” scelto dal 4,6% e infine il tema di ambito storico-politico “Bene individuale e bene comune” svolto dal 4,1% degli studenti.

Su Skuola.net e Studenti.it gli svolgimenti

Per chi tornato da scuola non resiste ad avere una prima impressione del lavoro svolto, tanto sul sito Skuola.net che Studenti.it trovate quasi tutti gli svolgimenti delle tracce.

Smentite le indiscrezioni: assenti Simoncelli e Winehouse

Smentite invece le indiscrezioni della prima ora, che questa mattina davano - per l'attualità - la morte di due miti del nostro tempo, entrambi morti prematuramente: la cantante inglese Amy Winehouse e il motociclista Marco Simoncelli.
Alle 8,27 di questa mattina il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ha comunicato alle scuole la seconda password indispensabile per decriptare il documento inviato dal ministero, e contenente le tracce. Che, in questo modo, sono rimaste segrete fino all'ultimo.
 
 

Steve Jobs e la crisi

L'unico pronostico della vigilia rivelatosi esatto è invece la presenza di Steve Jobs, il genio di Apple scomparso circa un anno fa. Il suo nome è comparso nel tema di ambito socio-economico, in cui si chiede ai maturandi di parlare di crisi e e di giovani, citato assieme all'ultimo rapporto Censis e ai dati Istat su lavoro e disoccupazione.

La sorpresa: di nuovo Eugenio Montale

Ma la vera sorpresa è stata la traccia del tema di letteratura, che ha al centro Eugenio Montale.
Il nome del poeta, protagonista dei temi già nel 2004 e nel 2008, non compariva minimamente nei pronostici, che davano quasi per certi Pascoli o D'Annunzio. Il brano di Montale che si chiede di analizzare è però di stretta attualità, e forse per questo ha suscitato l'interesse dei tecnici. Si tratta di "Ammazzare il tempo" ed è tratto da "Auto da fè. Cronache in due tempi", un saggio del 1966. Il saggio è una dichiarata polemica contro gli aspetti involutivi della modernità, contro la "nuova barbarie" del consumismo. Montale se la prende con la massificazione culturale, la mercificazione dell'arte e la meccanizzazione della vita.

 

L'aggiornamento precedente: il toto-traccia

Se mai una fuga di notizie c’è stata, quest’anno le tracce dei temi della maturità resteranno segrete fino all’ultimo momento. Almeno questo assicura il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, che ha annunciato che il prezioso documento con gli argomenti del tema di italiano sarà contenuto in un plico informatico a prova di hacker, sigillato fino allo scoccare dell’ora x.
Ma provare a prevedere non costa niente (in passato si sono rivelate giuste le previsioni in un caso su 10) e sul web - come da tradizione - impazza il tototracce in attesa della prima prova che domani sarranno chiamati ad affrontare 473.000 studenti.
 

Gli autori: Levi, D'Annunzio e Calvino

Per i temi letterari i nomi più gettonati restano quelli di Primo Levi e di Pascoli (nel 2012 ricorre il centesimo anniversario della morte), insieme a D’Annunzio e Calvino (da anni sono i grandi assenti della maturità); mentre per le tracce storiche è “caccia” all’anniversario.

Dal Titanic a Mussolini

La novità più importante degli ultimi giorni riguarda l’inabissamento del Titanic che risale proprio a cent’anni fa, ma restano in pole position, anche se ormai “troppo scontate” le stragi dei giudici Falcone e Borsellino, commemorate quest’anno in occasione dei vent’anni.
Meno probabili le nozze d’oro della Regina Elisabetta che in Inghilterra ha appena finito di festeggiare i 50 anni di regno.
Sempre restando in tema di ricorrenze, non si può ignorare che nel ’22 ci fu la marcia su Roma di Mussolini, e dieci anni prima, nel 1912, l’estensione del diritto di voto a tutti gli uomini di età superiore a 21 anni.

Per l'attualità ci sono Jobs e Bin Laden

Per l’attualità si va Steve Jobs e il miracolo Apple, alla cattura di Osama Bin Laden, passando per la morte di Gheddafi, anche se quest’ultima ipotesi è meno probabile rispetto alle prime due.

I consigni dei tecnici: inutile inseguire l'attualità

Il toto-tema spazia dalla morte di Marilyn Monroe, avvenuta nel ’62, al Concilio Vaticano II. Se si parla della Santa Sede, però, inutile perdere tempo per riannodare i fili della vicenda dei “corvi”: i tecnici del ministero dell’Istruzione suggeriscono di escludere in partenza i temi di strettissima attualità. Le tracce vengono infatti formulate con mesi d'anticipo, per poi rimanere nel server del ministero protette da password complicatissime che restano nelle mani di una o due persone.
Seguendo questo schema, dunque, sarebbero da escludere anche gli ultimi risvolti della crisi economica europea con le elezioni greche, benché quest’anno ricorra il decimo anniversario dell’euro.

Tracce congelate

Il documento con i temi resta dunque "congelato" per mesi. Solo dopo qualche tempo il file viene trasmesso agli istituti mediante un'applicazione installata nei pc delle scuole. Per accedervi è però necessario possedere due lunghissime e complicatissime password: la prima è già in possesso delle scuole, l'altra è dentro la scrivania del Ministro. Che la comunicherà agli istituti solo pochi minuti prima della “lettura", la mattina dell’esame.

Attenti alle bufale

Skuola.net sottolinea quindi che anche se le ipotesi sono lecite, niente e nessuno potrà darvi la certezza delle tracce.
Il sito specializzato per gli studenti consiglia quindi di evitare di passare la notte in cerca della traccia online; e di non telefonate a parenti o amici in Australia, perché anche quella delle tracce che nelle scuole italiane in questo Paese si possono sapere in anticipo grazie al fuso orario è una credenza falsa.
Non fidatevi nemmeno di chi dice di aver corrotto il oreside di una piccola scuola di provincia, anche perché quest’anno, con l’invio telematico e la doppia chiave per decriptarlo, per i dirigenti scolastici conoscere le tracce in anticipo sarà impossibile.





Ultimo aggiornamento: 20/06/12

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO