UNIPOLSAI
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Mennea: 19''72, quel record del mondo che durò 17 anni

A 15 anni correva "contro" una Porche. 5 Olimpiadi. Le sfide con Borzov. Quattro lauree.

Sandro Albi
A Pietro Mennea, il più grande velocista italiano di tutti i tempi, anche l'Enciclopedia Treccani ha dedicato una biografia nella sua "Enciclopedia dello Sport". "Dotato di un fisico non straordinario - sottolinea il curatore della voce - riuscì, durante una carriera durata tra un ritiro e l’altro poco meno di ventennio, a raggiungere risultati di altissimo livello grazie a una grande determinazione e ad allenamenti durissimi sotto la guida di Carlo Vittori".

Due primati del mondo, 8 europei, 33 italiani


Di Mennea, morto a Roma all'età di 61 anni, resterà impressa per sempre l'immagine legata allo straordinario record ottenuto il 12 settembre 1979 a Città del Messico, nel corso delle Universiadi, quando corse i 200 metri in 19”72, stabilendo il nuovo record mondiale, rimasto tale fino al 1996. Quando nel 1988, dopo i Giochi di Seul, si ritirò definitivamente il suo bilancio sportivo era senza precedenti per un atleta italiano. Tra i tanti successi ottenne due primati del mondo (200 m e 4×200 m), otto primati europei (compreso quello sui 100 m che rimase imbattuto per cinque anni) e 33 record italiani. Mennea partecipò a cinque edizioni dei Giochi Olimpici vincendo anche una medaglia d’oro nel 1980.

Sportivo, avvocato e politico


Uno sportivo di valore assoluto, ma anche un avvocato e un politico. Questo è stato Pietro Mennea, nato a Barletta il 28 giugno 1952 da padre sarto e mamma casalinga. Era già "famoso" a 15 anni, quando su uno stradone di Barletta, sfidava in velocità una Porche color aragosta e un'Alfa Romeo 1750 rossa: a piedi, sui 50 metri, batteva l'una e l'altra e guadagnava le 500 lire per pagarsi un cinema o un panino.
Aveva quattro lauree: scienze politiche, giurisprudenza, scienze dell'educazione motoria e lettere. Ha esercitato la professione di avvocato e dottore commercialista, ed è autore di 20 libri.
 

L'impegno sociale, la lotta al doping, la politica

 
Assieme alla moglie Manuela Oliveri, nel 2006 diede vita alla "Fondazione Pietro Mennea", onlus con una duplice finalità: effettuare donazioni ed assistenza sociale ad enti caritatevoli o di ricerca medico-scientifica, associazioni culturali e sportive, attraverso progetti specifici e concreti; diffondere lo sport, i suoi valori e promuovere la lotta al doping.
In politica fu Eurodeputato, a Bruxelles, con il Pdl dal 1999 al 2004.

La carriera sportiva

 
La carriera sportiva ad altissimi livelli data 1971, quando conquistò il terzo posto nella staffetta 4x100 metri e arrivo sesto nei 200. La prima grande sfida con l'antagonista di sempre, il sovietico Valery Borzov, fu ai Giochi Olimpici estivi del 1972;  Mennea giunse terzo.
Fu la prima delle quattro finali olimpiche che disputò.  Mennea salì sul gradino più alto del podio ai Campionati Europei del 1974 a Roma e si piazzò secondo dietro a Borzov nei 100 e nella staffetta veloce. Fu campione europeo nel 1978 a Praga, sui 100 e sui 200. Un'annata straordinaria, completata dalla vittoria agli europei nei 400 al coperto.
Le Universiadi di Città del Messico lo consacrarono definitivamente nell'Olimpo della Corsa. Il suo record del mondo, 19",72, pur ottenuto a oltre duemila metri di quota ha infatti resistito per 17 anni. Mennea fu oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980 e bronzo nella staffetta 4X400 metri.
Ai mondiali di Helsinki 1983 vinse la medaglia di bronzo nei 200 e quella d'argento con la staffetta 4x100. Fu il primo atleta al mondo a disputare quattro Olimpiadi (poi ne aggiunse una quinta), l'anno successivo, dove giunse settimo.
Per due volte annunciò il ritiro e ritornò: l'ultima, appunto, gareggiando alle Olimpiadi di Seul nel 1988, sui 200 metri, ritirandosi dopo aver superato il primo turno nelle batterie. Fu portabandiera azzurro in quell'edizione dei Giochi.
Londra, nel 2012, all'interno delle iniziative legate ai Giochi Olimpici, dedicò a Mennea una stazione della metropolitana.





Ultimo aggiornamento: 21/03/13

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO