COOP
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Pneumatici da neve, sì o no? I pro e i contro

Giallo sull'obbligo: decidono gli enti. SuperMoney: a volte sono meglio delle catene.

Nei giorni scorsi la Commissione Industria al Senato ha approvato l'introduzione dell'obbligo di circolazione su strada con pneumatici da neve. Addio per sempre, quindi, alle catene: strumento decisamente più economico per mantenere aderenza sulle strade colpite dalle intemperie. La levata di scudi dei consumatori è stata immediata, già alle prese con prezzi sempre più alti dell'assicurazione auto Rca e della benzina.

L'emendamento della discordia

La novità, rilanciata dall'Associazione amici sostenitori della polizia stradale, è nel Dl sviluppo 3553, in un emendamento che prevede che i proprietari o i concessionari di strade e autostrade (Regioni, province, Anas, etc) sanciscano l’obbligo di viaggiare esclusivamente su pneumatici termici “qualora non sia possibile garantire adeguate condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e per l'incolumità delle persone mediante il ricorso a soluzioni alternative”.

Smentite e dubbi

Immediata la smentita del sottosegretario ai Trasporti, Guido Improta, che con una nota ha dato una diversa interpretazione del comma. La norma, secondo Improta, si limita a chiarire che  in condizioni eccezionali, come  “in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensità”,  l'ente proprietario di una strada o il concessionario autostradale possano prescrivere, se le catene non sono “utilizzabili”, degli pneumatici da neve. “Qualora questa prescrizione non avvenga, la responsabilità di eventuali danni e disagi sarà addebitata all'ente inadempiente”.
Questa seconda chiarificazione solleva però nuovi dubbi, non scongiurando affatto il rischio che gli enti, per evitare di vedersi addebitare i danni di un lungo incolonnamento di auto (dovuto magari alla necessità di montare le catene da parte degli automobilisti), decidano di imporre il solo uso di pneumatici invernali.

Obbligo a rischio eliminazione?

Anzitutto, bisogna premettere che il provvedimento non è ancora definitvo, e rischia di saltare assieme a tutti quei disegni di legge che, con la fine anticipata della legislatura, non saranno approvati per tempo dall'assemblea parlamentare.

Il diavolo non è così brutto...: i vantaggi

Detto questo, il diavolo non è così brutto come si dipinge, se i dati di Assogomma riportano che il 52% degli automobilisti circola con gli pneumatici sgonfi, aggravando così? il rischio di incidenti e consumando più? benzina. E se uno studio del Politecnico di Torino prova che alla lunga (in otto anni), cambiare le gomme con l'arrivo della brutta stagione sarebbe addirittura più economico che acquistare le catene, visto che in questo modo le gomme "estive" vengono messe a riposo e durano più a lungo.  Insomma, i guidatori farebbero con le gomme termiche un investimento che per guadagnare in termini di carburante e usura delle gomme, riduzione degli incidenti e, in definitiva, anche sul costo della polizza assicurativa.

Autostrade: "Noi l'obbligo non lo metteremo mai"

Restano i dubbi su una norma che si annuncia di difficile interpretazione. L'Associazione Amici della Polizia Stradale sottolinea che, in certi casi, in presenza di determinate condizioni meteo, le catene andrebbero montate anche se il veicolo è già dotato di gomme da neve. In più il provvedimento, così come è formulato, non uniformerebbe le varie disposizioni provinciali in vigore, né impedirebbe alle singole amministrazioni dei capoluoghi di varare eccezioni. Autostrade, dalla sua, ha già annunciato che non imporrà l'uso esclusivo di gomme termiche nemmeno in condizioni eccezionali, per "non gravare sulle tasche degli automobilisti". I consumatori plaudono.  




Ultimo aggiornamento: 12/12/12

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO