CONAD
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Tabelle millesimali: come si divide la spesa per formarle

(26/4-3/5/2012) Patrizia Pallara

Cari amici, abbiamo chiesto a un tecnico di calcolare le tabelle millesimali per la palazzina in cui abito, e che Ŕ stata da poco frazionata, ma non sappiamo come suddividere tra noi condomini il suo compenso. C’Ŕ chi sostiene che vada ripartito in parti uguali e non in base alle quote millesimali. ╚ davvero cosý?
Paolo Festorazzi, Forlý

Le spese per  la formazione delle tabelle si suddividono per millesimi di proprietÓ. La formazione costituisce un accertamento dei valori delle quote condominiali spettanti a ogni partecipante, con funzione puramente valutativa del patrimonio ai soli effetti della distribuzione del carico di spese e della misura del diritto di partecipazione alla formazione della volontÓ assembleare (Cassazione 19 ottobre 1988, n. 5686).
La suddivisione delle spese per questa operazione la stabilisce l’art. 1123, 1░ comma, del codice civile: “Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietÓ di ciascuno, salvo diversa convenzione”.
Le tabelle millesimali rappresentano la misura dei comproprietari al godimento delle parti comuni, in relazione alla costituzione dell’assemblea, alla formazione della maggioranza e alla partecipazione alle spese. L’art. 68 delle disposizioni di attuazione del codice civile stabilisce: “Per gli effetti indicati dagli articoli 1123, 1124, 1126 e 1136 c.c., il regolamento di condominio deve precisare il valore proporzionale di ciascun piano o porzione di piano spettante in proprietÓ esclusiva ai singoli condomini. I valori del piani o delle porzioni di piano, ragguagliati a quello dell’intero edificio, devono essere espressi in millesimi in apposita tabella allegata al regolamento di condominio”.
Altre tabelle, proporzionate all’uso che ciascuno fa di un determinato bene comune, sono redatte per la ripartizione delle spese per riscaldamento, scale, aşscensore, e per le parti e i servizi destinati a servire i condomini in misura diversa.
La giurisprudenza ha precisato che non Ŕ indispensabile la forma scritta “ad substantiam”: l’assenso alle tabelle pu˛ anche risultare da un comportamento concludente, che si realizza con l’accettazione dei condomini protratta nel tempo.

Se il pub disturba
Abito al primo piano e al piano strada c’Ŕ un pub, aperto fino a tardi, che provoca rumori e fastidi a noi e ai vicini. Cosa possiamo fare per avere notti tranquille?
Sofia Costantini, Latina
Tutte le attivitÓ pubbliche, produttive, commerciali sono sottoposte a restrizioni di orari e ad autorizzazioni. Per prima cosa, chiedete alla polizia municipale di verificare che l’esercizio sia in regola con la normativa e svolga l’attivitÓ negli orari consentiti. Se Ŕ tutto in regola, inviate un esposto al sindaco, l’autoritÓ competente in fatto di rumori molesti, segnalando con precisione dove, come e quando Ŕ prodotto il baccano e chiedendo di controllare se rientra nei livelli consentiti. In alternativa, rivolgetevi al servizio Ambiente del Comune.   

Park per l’auto estranea

La mia fidanzata vorrebbe far sostare la sua auto nel parcheggio condominiale del mio palazzo. Ci vuole una delibera? E con quale maggioranza?
M. C., Cosenza
Per consentire agli estranei al condominio di parcheggiare nell’area condominiale di sosta delle auto ci vuole una delibera approvata con l’unanimitÓ dei consensi. Una semplice delibera assunta a maggioranza non sarebbe comunque valida e potrebbe essere impugnata in qualsiasi momento.




Ultimo aggiornamento: 30/04/12

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

RUBRICHE

SALVA CASA - di Patrizia Pallara LE PAROLE - di Luisella Costamagna IO, UN CITTADINO - di Antonio Lubrano ANIMALI E ANIMALI - di Licia Col˛ COSE DA PAZZI! - di Barbara Cataldi SALVAGIOVANI - di Delia Vaccarello RECENSIONI - di Rocco di Blasi PIT STOP - di Eugenio Manca