COOP
TELETU'

Stampa questa pagina stampa articolo Invia articolo invia articolo

  • Favorites
  • Yahoo MyWeb
  • OKNotizie
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Twitter
  • condividi:

Un Tablet per Natale, il test per scegliere il meglio

Lo speciale in edicola questa settimana sul Salvagente.

Non sarà un Natale all’insegna dello sperpero, la crisi c’è e si sente. Ma una parte degli italiani, oltre ai piaceri della tavola, è pronta a soddisfare anche le proprie voglie hi-tech puntando sul regalo dell’anno: il tablet, il re dei dispositivi portatili che in poco più di un anno ha sbaragliato i suoi concorrenti tradizionali come i pc e i laptop. E proprio alle “tavolette” più vendute nel mercato italiano è dedicato il test che pubblica da giovedì 13 dicembre il settimanale il Salvagente (in vendita anche nel nostro negozio on line) in uno speciale dedicato alle analisi comparative dei gioielli hitech del momento (tablet, per l’appunto, ma anche smartphone e smart tv).
 

Il test dell'Istituto del consumo

Un lavoro di confronto delle prestazioni e delle qualità tecniche di 8 modelli, realizzato nei laboratori francesi dell’Istituto nazionale del consumo che non manca di mettere alla prova i due protagonisti del mercato (Apple e Samsung) assieme ad altri prodotti altrettanto validi e, in alcuni casi, più convenienti. Una guida all’acquisto per cercare di soddisfare le proprie voglie “hi-tech” tenendo sempre d’occhio il portafoglio.


Addio netbook


Maneggevoli, portatili, facili da usare, i tablet non sono ancora in grado di effettuare le stesse operazioni di un pc. A dirla tutta, non nascono neanche con quest’intento, eppure  sempre più i consumatori li acquistano proprio in sostituzione di computer fissi, notebook e netbook, i mini pc dati oramai in via d’estinzione.
I dati forniti da Sirmi, azienda di consulenza e ricerche di mercato, fotografano bene questo successo: la voce “vendita” dei tablet in Italia, rispetto allo scorso anno, mostra un aumento del 221%, un vero e proprio boom cui fa da contraltare il tracollo degli acquisti dei notebook (meno 94%).


Apple, Samsung e…


A contendersi la quasi totalità del mercato dei tablet, come detto, sono i due colossi protagonisti anche di un’accesa competizione per gli smartphone: la Apple e la Samsung. Ma nonostante si tratti di una sfida a due, per lo meno nelle vendite, non è detto che non si possa pescare su altri marchi, magari per pagare meno e avere un giusto rapporto qualità-prezzo.
E, sempre sul versante prezzi, il Salvagente ha messo a confronto anche i piani tariffari dei pacchetti “tutto compreso” principali operatori telefonici italiani (Tim, Tre e Vodafone) che offrono in comodato gratuito un tablet.

Tutto in “comode rate”

L’offerta più conveniente, per il settimanale dei consumatori, è la “Tutto tablet start” di Tim che offre un giga di traffico fino a 14,4 Mbps di velocità al mese. L’offerta, valida per aggiudicarsi il Motorola Xoom 2 o la versione “ridotta” del Galaxy a 7 pollici, prevede una tariffa “low” di 10 euro al mese per 6 mesi (1 euro per il prodotto e 9 per internet) e poi 20 euro al mese per i restanti 24  mesi (11 euro per il prodotto e 9 per internet). Al termine dei 30 mesi resta attivo solamente il canone di 9 euro per i servizi di navigazione. Ma attenzione al recesso: in caso di cessazione anticipata del contratto verrà addebitato il saldo delle rate residue più una penale che può arrivare fino a 140 euro.
 

Offerte a confront: attenzione alle clausole

Vodafone, invece, con “Tablet per te”, offre 3 giga al mese e con 25 euro al mese si può avere il Galaxy 2, con 30 il nuovo iPad della Apple. Per entrambe le tariffe è previsto un contributo iniziale di 49 euro e un vincolo contrattuale di 30 mesi. In caso di recesso anticipato toccherà sborsare 250 euro, più 5 per ogni rata mancante per il Samsung Galaxy Tab2 10.1, e 270 euro più 10 per ogni rata mancante per l’iPad. La Tre, infine, offre due possibilità per un iPad Apple: o 19,16 euro al mese con la Web senza limiti per 30 mesi con 199 euro di anticipo oppure 29 euro al mese per lo stesso lasso di tempo ma senza anticipo. Per entrambe le offerte la penale può arrivare fino a 242 euro in caso di recesso anticipato. Con tutte e due si naviga senza limiti di tempo fino a 15 Giga al mese, per un massimo di 500 Mb al giorno.





Ultimo aggiornamento: 12/12/12

Disdetta, recesso, ripensamento: i moduli per ''liberarsi'' delle compagnie telefoniche

Le lettere da inviare per disdire un contratto non richiesto (e non solo), con l'aiuto di Trovatariffe.

Multa ingiusta? Contestatela

Avete ricevuto una multa ingiusta e pensate di contestarla? Ecco come si presenta l'istanza al Giudice di pace.

Gli indirizzi utili

Authority e dintorni. Questi sono gli indirizzi di cui potreste aver bisogno..

I Portali delle Regioni e altri siti utili

Molte delle Regioni italiane hanno portali "dalla parte del consumatore". Tenerli d'occhio conviene sempre. Assieme agli altri che vi segnaliamo..

ARCHIVIO